Cassettiere per l’Ufficio

Come scegliere le cassettiere per l’ufficio: guida all’acquisto

Migliore organizzazione della postazione di lavoro, praticità e documenti importanti sempre a portata di mano sono i principali vantaggi delle cassettiere per l’ufficio. Questo genere di arredo è uno dei più sottovalutati: spesso non considerato come parte integrante della postazione di lavoro, risulta indispensabile in tutti i contesti in cui gli operatori operano in autonomia.

Ma come riconoscere la giusta cassettiera? Ci sono diversi parametri: dalle dimensioni ai materiali, fino a sistemi di chiusura e colorazioni.

Scegliere il mobile per ufficio: le regole per non sbagliare

Per la selezione delle cassettiere per l’ufficio è consigliabile partire dalle dimensioni, da definire in funzione dello spazio disponibile in ufficio. Metro alla mano, la scelta migliore è prendere le misure, considerando dove si intende inserire il mobile, e valutando l’eventuale spazio da lasciare libero per consentire il passaggio.

Allo stesso modo stile e colorazione vanno selezionati in funzione dell’ambiente di destinazione. Negli uffici arredati in stile classico si inseriscono facilmente le cassettiere color legno. Le tante nuance naturali consentono grande versatilità e hanno anche il vantaggio di essere tendenzialmente colorazioni neutre.

Un ambiente di lavoro dal carattere moderno invece si sposa generalmente con arredi dalle forme minimali e dai colori accesi. Quindi in uffici di questo genere sono ammessi rosso, giallo, verde e ogni altra tinta accesa. L’uso di colori forti nei complementi d’arredo è utile per ravvivare l’ambiente e stimolare la mente, ma da evitare per le pareti.

Arredamento da ufficio: quali sono i materiali più indicati per le cassettiere

La questione dei materiali merita un capitolo a parte. Le cassettiere per l’ufficio sono generalmente realizzate in legno, plastica o metallo. Le prime uniscono resistenza e durevolezza all’eleganza tipica del legno e contribuiscono all’isolamento termico dell’ufficio, per via delle proprietà caratteristiche del legno.

Più robusto il metallo, che spesso corrisponde a lamiera d’acciaio. Le prestazioni sono alte sia in fatto di resistenza e durabilità, che di capacità di carico, per quanto nelle cassettiere per l’ufficio non siano normalmente riposti oggetti molto pesanti.

Le qualità del materiale garantiscono anche elevata resistenza ai graffi e quindi una maggiore longevità in termini estetici. Senza contare che le cassettiere in metallo sono spesso dotate, a differenza dei modelli in legno e plastica, di speciali meccanismi di chiusura, come quelli per il blocco dei cassetti, l’antiribaltamento e la chiusura simultanea di tutti i cassetti.

Quanto alle cassettiere in plastica, non presentano molti vantaggi sotto il profilo delle prestazioni. Sebbene il materiale sia tipicamente associato ad una grande durevolezza, questo genere di impiego tende a ridurne la vita in maniera notevole. Se utilizzata continuamente, una cassettiera in plastica si danneggia di solito dopo qualche anno. In ogni caso le alternative per finiture e colorazioni sono molte sia con i prodotti in metallo che con quelli in plastica e legno.

Come anche le possibilità di personalizzazione per creare un arredamento su misura delle proprie esigenze. Situazione, quest’ultima, in cui sono tendenzialmente più indicati i mobili in legno.